Copyright © 2018 www.rousseauopenacademy.com - Info: openday@associazionerousseau.it

I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons | Privacy Policy

  • Instagram Associazione Rousseau
  • YouTube Associazione Rousseau
  • Facebook Associazione Rousseau
  • Twitter Associazione Rousseau
Rousseau Open Academy

Seguici sui

Social

Disegnare la propria città con l'urbanistica partecipata

Le trasformazioni degli spazi urbani non riguardano solo i luoghi fisici, ma coinvolgono anche la dimensione sociale, collettiva, umana legata strettamente ai valori e ai diritti della cittadinanza.

Quante volte, camminando per le strade della tua città, ti sei imbattuto in un parco pubblico, in un’area dismessa, in un parcheggio, ed hai pensato che la progettazione e la realizzazione di quelle opere sarebbe stata migliore se ti avessero interpellato?

 

Il principio dell’inalterabilità

dei dati

Mi chiamo Luca Josi, guido la comunicazione del gruppo Telecom Tim.  All’evento sulla cittadinanza e società digitale ho assistito a un’interessantissima discussione sulle evoluzioni dei nuovi diritti e le possibilità che questa nuova prospettiva digitale offre.

Alla luce di questo, l’idea alla quale sono arrivato è quella di cercare un principio sovrastante alla cittadinanza digitale e a tutti i diritti a essa collegati. Il principio che ho identificato è quello all’inalterabilità del dato.

Questo dato così fluido e così potente, questo dato digitale e le infinite possibilità che possono derivare dalla gestione dei numerosi diritti richiesti in quest’ambito sottende, però, a una pericolosissima potenzialità: la facilità di manomissione. È fondamentale affermare, in termini di principio, che il dato è un dato assolutamente inalterabile. Contiene la nostra carta d’identità, la nostra esistenza in questo mondo digitale. Per me, questo è un concetto primario che deve essere assolutamente difeso.

Luca Josi

Giornalista professionista.
E' stato segretario del Movimento Giovanile Socialistae membro della Direzione e dell’Esecutivo PSI dal 1991 al 1994.
Fondatore e Presidente del gruppo Einstein Multimedia dal 1994 al 2013, nel 2007 è stato il fondatore del Patto Generazionale.

Oggi è consigliere della Fondazione TIM e responsabile della divisione Brand Strategy e Media di TIM.